Il Contrabbandiere di Giocattoli | Mostra di illustrazioni

Domenica 11 marzo 2018 | Ore 18.30

Museo della Memoria e dell’Accoglienza, Santa Maria al Bagno – Nardò (LE)
Mostra di illustrazioni di Roberto Lauciello | Presentazione del libro di Fulvia Degl’Innocenti e Roberto Lauciello Il contrabbandiere di giocattoli (ed. Valentina).

INGRESSO LIBERO

 

 

Fulvia Degl’innocenti: “Sono nata  a La Spezia il 12 settembre 1966. Dopo la laurea in Pedagogia all’Università di Genova mi trasferisco a Milano e frequento la scuola di giornalismo dell’Università Cattolica. Il mio primissimo lavoro  è la stesura di quattro libretti per le vacanze per i bambini delle elementari. Cominciano le collaborazioni giornalistiche, che affianco al lavoro di insegnante di ruolo alle elementari. Collaboro con il Corriere della sera, la Rai, Il Giorno, l’Avvenire, Famiglia Cristiana, Focus, e una serie di riviste di settore sulla comunicazione e il cinema”. Ho scritto davvero un po’ di tutto: albi illustrati per i più piccoli, romanzi, libri di divulgazione sugli argomenti più strani (uno sulle bolle di sapone e uno sul teatro di strada per esempio, oppure libri a tematiche religiose come L’avventura di Paolo (Messaggero di Sant’Antonio), in occasione dell’anno Paolino, e Il papa raccontato ai ragazzi (Paoline); idee che nascono spesso dal mio lavoro quotidiano in redazione. Alcune delle mie storie sono state tradotto all’estero (Turchia, Francia, Cina, Spagna, Brasile, Slovenia, Corea, Taiwan, Polonia…). Fonte: www.fulviadeglinnocenti.wordpress.com

 

Roberto (LAU) Lauciello (Genova, 1971) frequenta la Scuola del Fumetto di Chiavari e l’Accademia Disney di Milano iniziando a muovere i primi passi nel mondo del fumetto fino a pubblicare anche per “Topolino”. Nel 2002 comincia a dedicarsi ai libri per bambini, frequenta i corsi d’illustrazione di Sarmede (TV) e pubblica il suo primo libro “Where Can I Stay?” con Pelangibooks (Malesia); nel 2003 merita la segnalazione della giuria al IV Premio Internazionale “Štěpán Zavřel”. Fonte: robertolauciello.blogspot.it

 

Il libro è tratto da una vicenda vera, dei nostri tempi. Dalla storia di Rami Adham (foto), che fa lunghi viaggi dalla Finlandia, dove vive tranquillo con la sua famiglia, alla sua terra natale, la Siria, per portare bambole e pupazzi alle piccole vittime della guerra, mettendo a rischio la propria vita. Ecco come si diventa un contrabbandiere di giocattoli!
Sotto il più terribile conflitto a fuoco di tutti i tempi, avere un giocattolo può donare conforto, gioia e speranza nell’animo di un bambino. Una favola moderna che ci commuove infinitamente.